Calendario Eventi

Aprile 2017
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Utenti on Line

Abbiamo 87 visitatori e nessun utente online

Foto Gallery

 

Statistiche

Visite agli articoli
61394

P.E.I. - Progetto Educativo di Istituto

La Scuola Secondaria di I grado “Federico Albert” di Lanzo Torinese, legalmente riconosciuta con D.M. 0318 del 14/06/1949, è paritaria dall’anno scolastico 2001/2002 (Circolare n. 99 prot. 2682 del 31/02/2002).

 

La denominazione “F. Albert” è stata suggerita dalla figura del teologo Federico Albert, parroco di Lanzo a metà dell’800. Nominato Sovraintendente delle Scuole Comunali di Lanzo, fondatore di uno dei primi asili del Piemonte (1858), ha visto nell’educazione uno dei suoi compiti principali. Egli si è occupato dei monelli di strada, delle orfane e delle ragazze di famiglie “bene”, dando a loro la possibilità di una adeguata formazione attraverso una buona istruzione.    

 

Le finalità educative della scuola mirano ad uno sviluppo umano integrale che, oltre ad essere competitivo culturalmente e tecnologicamente a livello europeo, sappia ritrovare i valori della religione, della ragione, dell’amore  e dell’amicizia.

  OBIETTIVO FONDAMENTALE EDUCATIVO della nostra Scuola è promuovere la formazione integrale della persona umana alla luce del Vangelo e dell'insegnamento della Chiesa.

Le proposte educative terranno in considerazione la realtà degli alunni che si trovano in una particolare fase dell'età evolutiva ricca di cambiamenti.

Al fine di potenziare ulteriormente le capacità intellettive, affettive, artistiche, tecniche, motorie e di favorire lo sviluppo del senso sociale, civico, morale e religioso, stimoleremo gli allievi:

  1. a sentire l'esigenza della lealtà e del controllo di sé, del rispetto degli ambienti e delle cose, scoprendone il valore;
  2. ad acquisire il senso di responsabilità, instaurando proficui rapporti con compagni ed insegnanti;
  3. a consolidare la preparazione e le abilità di base raggiunte e a partecipare alle varie attività con interesse;
  4. ad approfondire il proprio rapporto con il mondo esterno imparando a scoprire la ricchezza e la funzione del gruppo;
  5. ad aprirsi al dialogo e alla collaborazione basati sulla comprensione, sul rispetto reciproco, sull'accettazione degli altri e dei loro limiti, alimentando così la propria generosità e lo spirito di servizio;
  6. a scoprire le proprie attitudini e abilità in modo da poter fare delle scelte consapevoli e funzionali;
  7. a usare abitualmente un linguaggio rispettoso ed appropriato in tutte le situazioni.

Per raggiungere tale obiettivo sfrutteremo tutte le occasioni che le varie attività scolastiche e i messaggi della vita quotidiana presentano, valorizzeremo con una critica  costruttiva le conoscenze che gli allievi gradualmente acquisiscono anche attraverso i mass-media e orienteremo in senso positivo l'interesse e le potenzialità che rivelano.

Cercheremo di creare con i singoli alunni un rapporto positivo e  aperto.                                 Nel lavoro didattico partiremo da situazioni concrete e significative per gli allievi e imposteremo le varie questioni in modo problematico per spingerli ad un lavoro attivo di ricerca. Procederemo con gradualità e alterneremo le spiegazioni con momenti di lavoro individuale in classe e anche lavori di gruppo omogenei ed eterogenei.

Faremo ampio uso di tutti quegli strumenti e accorgimenti didattici che consentono di concretizzare gli argomenti (audiovisivi, carte geografiche e tematiche, grafici, cartelloni...).

Le visite di istruzione e gli incontri con esperti saranno occasione di incontro diretto con la realtà e momenti di socializzazione.

Nella scelta dei contenuti, che saranno conformi ai Programmi Ministeriali, cercheremo agganci e spunti per un lavoro comune.

Nella valutazione valorizzeremo gli aspetti positivi. Inoltre i risultati dell'apprendimento saranno valutati in rapporto al livello di partenza, alla qualità dell'impegno personale di studio e alla partecipazione e capacità di collaborazione dimostrata in classe.

Terremo conto in modo particolare del percorso che ogni singolo allievo sarà in grado di effettuare secondo il proprio ritmo di maturazione e le proprie capacità di apprendimento. A tale scopo attueremo iniziative di recupero, di sostegno, di potenziamento.

 

COMPONENTI SCOLASTICHE E LORO RUOLO

    Nel mondo della Scuola agiscono varie componenti: Coordinatore Didattico,                      Insegnanti, Genitori, Allievi e Organi Collegiali. E' dalla loro capacità di collaborazione, d'integrazione e di rispetto dei ruoli che dipende il successo della scuola. 

 

  • Il Coordinatore Didattico è il promotore del progetto, ne stimola l'attuazione, ne propone le modifiche richieste da nuove realtà, ne è il garante; è responsabile della scelta degli insegnanti, della loro preparazione e serietà professionale; favorisce e coordina la collaborazione tra docenti, genitori e studenti; promuove la programmazione annuale tra docenti; fornisce quanto necessario per la realizzazione degli obiettivi prefissati.

 

  • Gli Insegnanti, scelti tramite una selezione, sono coordinati dal Coordinatore Didattico ed offrono un prezioso contributo alla crescita dei giovani svolgendo un serio lavoro di formazione e di analisi in ordine alle valenze educative e morali delle singole discipline. Esercitano la libertà d’insegnamento nel rispetto del progetto educativo d’Istituto e del diritto dei giovani a riceverlo in modo obiettivo ed equilibrato, cercano di proporsi come "maestri" per i loro allievi attraverso la comunicazione del loro sapere, l'equilibrio e la coerenza del loro comportamento; hanno una valida competenza tecnica nell'ambito delle singole materie e nella metodologia dell'insegnamento e sentono l'impegno all'aggiornamento e alla competenza professionale. Hanno conoscenza della psicologia degli studenti maturata con l'esperienza e loro compito è far emergere le potenzialità di ogni allievo. Cercano di porsi nella classe come punto d’incontro, di mediazione e d’invito alla solidarietà per realizzare, al di là del rapporto scolastico, il rapporto individuale e di gruppo con il giovane-studente. Favoriscono nella classe un clima ottimale durante la lezione. Per poter adempiere a questi compiti debbono possedere, nei confronti dei ragazzi, un'autorevolezza che si basa sulla loro professionalità ed è rafforzata dall'istituzionalità del ruolo e soprattutto dalla collaborazione dei genitori.

 

  • I Genitori sono invitati a partecipare attivamente all'opera educativa dell'Istituto. Il loro diritto-dovere all'educazione dei figli si concretizza anche nei momenti d’incontro con le altre componenti della scuola per approfondire argomenti di carattere educativo mettendo a disposizione le loro conoscenze specifiche e vivendo così dall'interno la dimensione scolastica dei figli. Affinché tale scelta abbia un risultato proficuo, essi rafforzano il ruolo dell'insegnante segnalando direttamente ai docenti gli eventuali problemi dei figli.

 

  • Gli Allievi sono i protagonisti di questo progetto educativo.

 

La Scuola Secondaria di primo grado si propone di formare ragazzi:

-   autonomi  e responsabili;

-   rispettosi degli altri, a cominciare dai più deboli e da coloro che sono in difficoltà;

  • collaborativi con compagni ed insegnanti;
  • capaci di intervenire in una discussione o in un dibattito in maniera educata e corretta, esprimendo le proprie opinioni e rispettando quelle degli altri;
  • rispettosi delle regole della comunità;
  • solidali e creativi;
  • rispettosi dell’ambiente e della natura;
  • competenti nel comunicare correttamente in lingua italiana;
  • competenti nella comunicazione con le lingue inglese e francese;
  • capaci di ascoltare;
  • competenti nell’utilizzare i linguaggi multimediali;
  • capaci di orientarsi dinnanzi alle scelte per il loro futuro;
  • capaci di senso critico.

Il Consiglio di Istituto è composto dal Coordinatore Didattico, da tre  docenti, da tre genitori.


Presidente O.N.L.U.S.

Sig. MAGNETTI Sergio


Cooperativa O.N.L.U.S. Beato Federico Albert

Via San Giovanni Bosco, 47 10074 - Lanzo Torinese (TO)

P.Iva/C.F. 11135520010 - Cod. Meccanografico TO1M01400V 

Telefono +39 0123 28071

Copyright © 2014. All Rights Reserved.


Dirigente Scolastico

Dott.ssa CALZA Domenica